04 giugno

    API al Governo: nuove strategie su pensioni, IVA e lavoro


    Il presidente di API, Paoli Galassi, chiede al nuovo Governo stimoli al mercato interno, una politica industriale per i settori chiave, regole economiche e sul lavoro uniformi in Europa. Galassi, naturalmente, ha seguito con attenzione le vicende legate alla difficile formazione di questo Governo.Il punto a favore è che si forma «un Governo nuovo, giovane, che mette insieme due persone che hanno proposto tante cose». Il timore, è il rischio di inesperienza. L'auspicio, è che vadano incontro alle esigenze delle imprese, che nei lunghi anni della crisi «si sono difese con l'export, ma hanno anche bisogno di un mercato interno più forte». Così Paolo Galassi, presidente di API (associazione piccole e medie industrie) commenta la formazione del Governo Conte, sostenuto dalla maggioranza Movimento 5 Stelle e Lega. Propone anche una metafora, per sottolineare l'importanza di ragionare sul lungo periodo: «un imprenditore non regala mai nulla, nemmeno ai clienti. Se abbasso il prezzo, riuscirò a fare una vendita, magari due, ma alla fine il cliente lo perdo». La qualità, l'attenzione, la serietà, sono importanti, e sono caratteristiche che appartengono a chi fa impresa. «I politici - dice, scherzosamente, il presidente di API - ragionino con il cervello dei piccoli imprenditori: più sono piccoli, più hanno attenzione. Incomincino ad avercela anche loro».