10 ottobre

    Industria 4.0, in cosa investono le PMI italiane

    L'Osservatorio MECSPE Industria 4.0 ha presentato in questi giorni a Modena da Senaf in occasione della quarta tappa dei "LABORATORI MECSPE FABBRICA DIGITALE, La via italiana per l'industria 4.0", rivela la grande propensione delle PMI della meccanica e della subfornitura per gli investimenti innovativi e la loro soddisfazione per il Piano Calenda (il Piano Industria 4.0). Tra le nuove tecnologie abilitanti le imprese meccaniche prediligono soluzioni per la sicurezza informatica (59,5%) e la connettivitā (53,4%) - settori in cui si registra anche il livello di conoscenza maggiore da parte delle aziende - la simulazione (28,2%), la produzione additiva (26,7%), il cloud computing (24,4%) e l'Internet of Things (22,1%), che saranno oggetto di ulteriori investimenti da qui al 2018. Tutto questo porta ad un livello di digitalizzazione raggiunta in azienda molto alto - 61,2% in termini di progettazione e sviluppo del prodotto; 60,4% nelle relazioni con il cliente e dei canali di vendita - e ad aspettative per i prossimi 3 anni altrettanto elevate: 63,2% prevede fino al 15% di aumento dei ricavi; il 71,2% prospetta lo stesso risultato per quanto riguarda la riduzione dei costi. Industria 4.0 Osservatorio 2Secondo le previsioni entro la fine del prossimo anno l'Internet of Things sarā presente nel 22,1% delle aziende, la sicurezza informatica e il cloud computing nel 20,6%, la realtā aumentata nel 15,3% e i big data in oltre un quinto delle imprese italiane (22,9%). Gli investimenti nei prossimi anni si concentreranno soprattutto (86,2%) nel trasformare l'impresa in una Fabbrica Intelligente, con quasi 3 imprese su 10 orientate a superare la quota del 10%. Solo il 13,8% non intende effettuare investimenti. A spingere e guidare il processo di innovazione digitale in azienda č nel 37,2% dei casi l'imprenditore, nel 14,9% il Direttore/Responsabile IT, nell'8,1% il Direttore tecnico (8,1%) e nel 6,1% il Direttore Ricerca & Sviluppo. Al contrario, a frenare il processo di digitalizzazione vi sono: un rapporto incerto tra investimenti e benefici (per il 46,2% delle aziende); l'arretratezza delle imprese con cui si collabora (43,1%); la mancanza di competenze interne (29,2%); l'assenza di un'infrastruttura tecnologica di base adeguata e gli investimenti richiesti troppo alti (26,2%); la mancanza di una chiara visione del top management (24,6%); i numerosi dubbi sulla sicurezza dei dati e possibilitā di cyber attack (17,7%).


    Alternanza Day: a ottobre incontri presso le Camere di Commercio lombarde

    Fino al 21 ottobre 2017 si svolgeranno presso le sedi delle Camere di Commercio lombarde gli appuntamenti "Alternanza Day" presso le sedi delle Camere di Commercio lombarde. l'iniziativa promossa da Unioncamere a livello nazionale, si pone l'obiettivo di far incontrare scuole, imprese, associazioni imprenditoriali e mondo del non profit. Al centro degli incontri, il lancio a livello territoriale del progetto "Orientamento al lavoro e alle professioni" e una serie di iniziative e servizi messi in campo dal sistema camerale per dare ulteriore impulso all'alternanza scuola-lavoro.